Home   |   Informazioni Eroina    |   Dipendenza Eroina   |   Disintossicazione Eroina   |   Struttura   |   Gallery   |   Testimonianze   |   Contatti 
     
 
 

Novità!
Non hai tempo ora
di leggere il sito?

 

Preferisci Scrivere
invece di Chiamare ?

 
Lascia ora la tua email:
Ti contattiamo noi
in forma assolutamente privata
e Anonima!
 
Tuo Nome (*):
E-mail (*):
Telefono *:
 
Il problema riguarda:
Me stesso Un familiare Un amico
 
Se Vuoi, lascia qui un messaggio
 

*
 
 

Garanzia di serietà = la tua Email è sicura: da me NON riceverai mai spam
Nota: I campi con * sono obbligatori
 
 
 

Modi di Assunzione dell’Eroina

 
     

L'eroina viene assunta solitamente per iniezione, inalata o fumata. I modi di assunzione dell’eroina sono le stesse che per la cocaina: iniettata, sniffata, fumata o inalata.
L’assunzione dell’eroina iniettata per via endovenosa produce i suoi effetti più intensi in pochi secondi (il cosiddetto “flash”), mentre se sniffata o fumata la reazione desiderata ha il suo picco massimo tra i 10 e i 15 minuti.
Iniettarsi l’eroina è di gran lunga la modalità di assunzione più rischiosa, primo per le maggiori possibilità di overdose data da grossi quantitativi di sostanza che passano dal flusso sanguigno direttamene al cervello, secondo le possibilità di contrarre malattie infettive molto gravi che colpiscono il sistema immunitario (AIDS in primis) il cuore e gli occhi.

Nonostante questo, l’eroina assunta per via endovenosa continua ad essere il metodo più diffuso del suo utilizzo, anche se recenti indagini statistiche hanno dimostrato che vi è un aumento della percentuale di consumatori che preferiscono inalarla o la fumarla.

Chi sceglie di assumere l’eroina sniffandola deve essere consapevole che, seppure più basso, è sempre presente il rischio di overdose.
L’inalazione dell’eroina è la modalità di assunzione con cui l’eroina raggiunge il cervello con maggiore velocità, dopo l’iniezione.

L’eroina, addizionata con acido citrico e acqua viene riscaldata fino a che la mescola produce vapori che vengono inalati ed assorbiti, attraverso i polmoni nel flusso sanguigno. Anche in questo caso, seppure più basso, sussiste sempre il rischio di overdose.

Quali che siano i modi di assunzione, l’eroina crea assuefazione e dipendenza, di conseguenza provoca una sindrome d’astinenza mentale e fisica che induce in breve tempo a volere o dover assumere tale droga anche più volte al giorno.
Il Centro di Recupero tossicodipendenti Narconon il Gabbiano, attraverso un Programma di disintossicazione e riabilitazione di provata efficacia, aiuta in tempi brevi la persona ad uscire dalla propria dipendenza, risolvendo le cause che ne sono alla base.

Comunque la Usi Metti in Pericolo la Tua Vita.
Risolvi per Sempre la Tua Dipendenza da Eroina!

 

         


Struttura del Centro

Vai alla Struttura

Gallery Fotografica

Vai alla Gallery

Video & Foto 3D


Vai al Video & Foto 3D